lunedì 8 aprile 2013

Sopra una polveriera

Si è così che mi sento da un po'
Sopra una polveriera.
Mio marito mi dice che sono depressa, credo proprio abbia ragione!
Ma.... a parte le preoccupazioni per i figli adolescenti , i genitori con la salute ormai compromessa, quello che più mi affligge è l'attuale situazione economica e politica.
negli ultimi quarantanni piano, piano sono riusciti a distruggere il tessuto produttivo italiano.
Tutto il nostro patrimonio zootecnico ... pufff sparito!
Le nostre piccole industrie, eccellenza nel mondo, i nostri artigiani, le nostre botteghe ..... tutto piano piano smantellato....
E anche le nostre radici , le nostre tradizioni, stanno diventando solo rappresentazioni senza il sentimento e la passione che le animava.
A parte il sole, il mare, le spiagge il patrimonio archeologico e culturale, noi senza materia prima , abbiamo una ricchezza incommensurabile : siamo noi Italiani .... o meglio il nostro dna .
A rischio di sembrare razzista, vorrei far presente , che il rispetto, la valorizzazione, la tutela delle nostre radici deve essere posta al centro di qualsiasi processo di sviluppo da cui ripartire.
Anche nei comandamenti c'è scritto ama il prossimo tuo come te stesso.
Da un po di tempo si è passati alla politica di ama il prossimo tuo più di te stesso.
Qualcuno mi deve spiegare perchè si è preferito spendere soldi per i campi nomadi ,
per i profughi, per le badanti ( in genere estere , perchè se tu aiuti una tua parente il comune non ti da i soldi se prendi una badante si) e non per pagare il lavoro delle imprese che hanno assunto lavoratori , hanno comprato il materiale hanno lavorato per lo stato!
 Perchè quando i cinesi hanno invaso i nostri distretti industriali , con il lavoro nero distruggendo il tessuto produttivo toscano nessuna autorità è intervenuta!
 Perchè tutte le volte che qualche  industriale cercava di creare un grosso  gruppo Italiano veniva fermato dalle autorità competenti.
Gli altri paesi hanno sempre agevolato le loro imprese perchè noi no?
Mi sembra di vederci un disegno preciso, e la colpa non è stata solo della politica ma anche della magistratura , che con intervento mirati ha distrutto ciò che c'era di buono tutelando quello che poi si sarebbe   rivelato un cancro.
E .... che Dio ci aiuti :-)

3 commenti:

redisaturno ha detto...

Beh, vuoi una mia opinione? Se qualche nostro riccone, con il placet di qualche nostro politico e il bene stare di qualche politico del posto estero la fa da padrone lì, quando arrivano da noi dobbiamo per forza aiutarli. Un pò perchè siamo un popolo assistenzzialista e buono, un pò perchè lo impongono leggi comunitarie, e tanto perchè per stare bene noi occidentali abbiamo sfruttato molto i paesi poveri facendoli diventare ancora più poveri.

:)

redisaturno ha detto...

Buonasera Fioreeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!
Ma stai sempre a lavorareeeeeee!!!!!

E che caz!!

:D :D :D

andrea paccagnini ha detto...

Fiore sei andata a scalzare un vespaio. Basti dirti che per fare una tettoia per la mia azienda agricola prefabbricata ho carteggiato per 2 anni. Il lavoro c'è ma a rischio non per l'incolumità ma per non riscuotere.
La magistratura meglio non averci a che fare e starne alla larga è una voragine. I loro castelli anche se di carte sono inistuttibili...ricodi la fiaba dei tre porcellini e il lupo????
Buon fine settimana