lunedì 29 novembre 2010

Politica da sogno


Non posso non pensare a cosa andiamo incontro nei prossimi mesi, data l'attuale situazione politica.
La prima idea che mi viene in mente è :
1) spegnere definitivamente  il televisore
2) ascoltare  frequenze radio che fanno solo musica
3) collegarmi ad internet solo in quei siti in cui sono sicura che non ci sarà propaganda elettorale o notizie politiche.
Il problema riguarderà, l'ambiente circostante: cartelloni pubblicitari, discorsi per la strada, fra amici e parenti...
a meno che non mi chiuda da qualche parte e non voglia sentire proprio nessuno...
ammetto che la vedo brutta!
Come difendermi dalla propaganda elettorale??????!!!!!!
Sto riflettendo e cercando soluzioni al "day after" (day after= caduta del governo)
Già adesso sono tutti in fermento e sono non poco infastidita.
Cosa vorrei.... poi mi sono chiesta: ma tu cosa vorresti?
a dire il vero me lo hanno chiesto anche i miei figli,
e dopo che ho esposto il mio programma elettorale, mi hanno guardata terrorizzati,  mi hanno accusata di essere riuscita a condensare concetti "fascisti" e "comunisti" insieme.
Hanno anche detto, che non mi voterebbe nessuno!
E va bhe!
Però c'è qualcosa che vorrei sul serio,
vorrei che si parlasse di Programmi,
mi piacerebbe che sparissero i volti e le personalità della politica,
vorrei che sparissero i concetti "destra" e  "sinistra",  sostituiti da tre o quattro programmi  che coalizzassero attorno all'uno o all'altro  le persone , senza che noi sapessimo chi sono e chi non sono i " personaggi politici"
I programmi dovrebbero essere di facile comprensione per tutti,
dovrebbero trattare di economia, e dire chiaramente quali i risultati  e i mezzi per raggiungerli;
dovrebbero trattare di Giustizia e chiarire anche qui obiettivi e mezzi, lo stesso dicasi per  sanità,  cultura e fisco.
Obiettivi chiari precisi e concordanti con i mezzi per realizzarli.
In maniera tale che l'elettore  possa sapere esattamente cosa aspettarsi nel caso in cui il suo programma prendesse il consenso maggiore.
Se vincesse il programma e non il leader o il partito, non potrebbero esserci cadute di governo, infatti coloro che per vari motivi, non fossero in grado di servirlo verrebbero sostituiti da altri.
Mi piacerebbe anche che una parte della giustizia, quella dirigente, facesse dei programmi sottoposti al voto dei cittadini : c'è troppa distanza tra il concetto di "giustizia" del popolo e quella degli addetti ai lavori.
Sogni
solo sogni
e va bhe, spero di trovare altri come me, per aiutarci nel "day after"

3 commenti:

[il]carismatico ha detto...

E in ogni caso, a me piacciono le esagerazioni,i mix.

P.s: ma un alzatina a cosa serve? :)

Fiore ha detto...

L'alzatina serve per una presentazione migliore, di alcune pietanze, come gli antipasti o i dolci :-)

Mio Capitano ha detto...

In realtà spesso i partiti sembrano considerare l'elettore come un fastidio, più che una risorsa. Il loro sogno è di fare manovre in parlamento per fare le cose giuste, cose che gli elettori normali non possono capire o votare.